Etty Hillesum

Onderzoeks centrum

EDIZIONI E TRADUZIONI

Le edizioni dell’opera di Etty Hillesum
di Klaas A.D. Smelik

Negli anni 1941 e 1942 Etty Hillesum tenne, ad Amsterdam, un diario. Probabilmente lo fece su consiglio di Julius Spier, psicochirologo e terapeuta ebreotedesco, come momento della sua terapia. I diari non le servivano solo per la sua salute psicologica, ma anche per esercitare il suo talento di scrittrice; Etty Hillesum infatti aveva l’ambizione di diventare scrittrice dopo la guerra, voleva scrivere un romanzo sulle sue esperienze, che tentava di fissare meticolosamente. Nelle lettere scritte da Westerbork, Etty riprende in vari punti brani e formulazioni dei suoi diari.
Doveva essere consapevole, però, che le possibilità di realizzare i suoi progetti in futuro erano abbastanza scarse. Si faceva poche illusioni sul proprio destino una volta deportata in Polonia. In due modi si è preoccupata che il suo lavoro letterario non andasse perduto. Da una parte scrisse due lettere da Westerbork, la prima nel dicembre 1942 e la seconda il 24 agosto 1943, che furono adatte alla pubblicazione e nelle quali ha disegnato in modo inimitabile le situazione nel campo. Queste lettere sono state pubblicate clandestinamente nell’autunno del 1943 per il tramite della sua amica Petra (Pim) Eldering. L’editore David Koning aveva scritto un testo che mimetizzasse le lettere, per non destare sospetti da parte degli invasori. Koning aveva fatto precedere le lettere della Hillesum dalla biografia fittizia di un pittore che egli chiamava Van Der Pluym e aveva poi aggiunto alla fine una lettera fittizia. Da ciò il titolo Tre lettere del pittore Giovanni Battista Van Der Pluym (1843 – 1912). Malgrado questo camuffamento si comprese subito da quale campo scriveva in realtà l’autore.
Dall’altra parte, Etty Hillesum diede in custodia i diari che teneva ad Amsterdam alla sua amica e coinquilina Maria Tuinzing, prima di partire definitivamente per Westerbork (6 giugno 1943). Le disse di consegnarli dopo la guerra a mio padre, lo scrittore Klaas Smelik, nel caso in cui lei non fosse ritornata. Come amico di Etty Hillesum egli doveva prendersi cura della pubblica/Jone dei diari. Ella aveva fatto conoscenza con mio padre a metà degli anni Trenta e sperava ovviamente che egli, attraverso le sue relazioni con vari editori, fosse in grado di trovare una via per realizzare la pubblicazione.
Quando, dopo la Liberazione, risultò che Etty Hillesum era stata assassinata ad Auschwitz, Maria Tuinzing si mise in contatto con mio padre e gli consegnò gli undici quaderni dei diari, nonché le lettere. La figlia maggiore di Smelik, Johanna (nei diari chiamata Jopie) dattiloscrisse una parte dei diari e delle lettere, poiché la scrittura di Etty Hillesum era difficilmente leggibile. Alla fine degli anni Cinquanta e poi, di nuovo, a metà degli anni Sessanta, mio padre si mise in contatto con vari editori, che si rifiutarono di pubblicare i diari. Veniva considerato troppo filosofico. Nello stesso periodo le due lettere che erano state pubblicate illegalmente venivano ripubblicate nella nota rivista letteraria Maatstaf (1959) e in seguito stampate in una edizione separata con il titolo Due lettere da Westerbork di Etty Hillesum (L’Aia 1962). Ma i tempi non erano ancora maturi, le rimanenze di questa edizione finirono invendute.
Alla fine del 1979 chiesi all’editore J.G. Gaarlandt di pubblicare i diari che avevo ricevuto da mio padre. Gaarlandt viene preso dall’opera della Hillesum e decide di pubblicare un’antologia tratta dai diari ed alcune lettere. 11 problema era la trascrizione dell’originale difficilmente leggibile. Una parte era già stata battuta a mac¬china dalla mia sorellastra Johanna Smelik, il resto venne fatto da volontari. Due quaderni (no. 6 e 7) erano spariti. Dalla trascrizione Gaarlandt scelse una grande quantità di brani, specialmente dagli ultimi quaderni. L’antologia, che era preceduta da un’introduzione di Gaarlandt, s’intitolava La vita disturbata, e fu presentata alla stampa e agli amici sopravvissuti di Etty Hillesum il 1 ottobre 1981, ad Amsterdam.
Ora i tempi risultarono maturi per l’opera postuma di Etty Hil-lesum. Comparve una ristampa dopo l’altra, e finora sono uscite diciotto ristampe dell’edizione olandese. Vennero fatte traduzioni in Inghilterra, Stati Uniti, Italia, Spagna. Brasile, Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Israele e Giappone.
Dopo La vita disturbata Gaarlandt pubblicò con il titolo Il cuore pensante della baracca (1982) una raccolta di lettere che Etty Hillesum aveva scritto a Westerbork. Anche di quest’antologia apparvero traduzioni in Inghilterra, Francia e Stati Uniti. Altre sono in preparazione. Nel frattempo, venne ritrovato il sesto qua¬derno che, con alcuni brani degli altri quaderni è stato pubblicato nel 1984 con il titolo In mille dolci braccia.
Con lo scopo di amministrare in modo giusto l’eredità di Etty Hillesum, il 17 ottobre 1983 fu costituita la ‘Fondazione Etty Hillesum’. Il primo compito della Fondazione era di curare un’edi¬zione integrale, critico-scientifica, ma anche accessibile a tutti, dell’opera di Etty Hillesum. Le edizioni in commercio offrono sola-mente una scelta dall’opera e sono accompagnate da poche annotazioni. Il testo inoltre non è stato trascritto da professionisti e contie-ne perciò parecchie imprecisioni ed errori. Sulla base delle royalties la Fondazione era in grado di finanziare un progetto scientifico finalizzato ad un’edizione integrale.
La Fondazione c’incaricò di una tale edizione, e cominciai il lavoro con un gruppo di sette giovani ricercatori. I nederlandisti G.A.B. Lodders e R. Tempelaar e la germanista B.J.C. Giebner (per i brani in tedesco) hanno di nuovo decifrato e definitivamente siste¬mato quaderni diari e lettere secondo un sistema riconosciuto di tra¬scrizione. Questo vale anche per le due lettere da Westerbork, che nell’edizione clandestina del 1943 venivano pubblicate per la prima volta, ma delle quali avevamo ritrovato copie più precise. Nella nostra trascrizione venne integrata l’ortografia talvolta molto carat¬teristica della Hillesum. Tutti questi interventi sono riportati e giu¬stificati alla fine di questa edizione, nella quale vengono per lo più indicate le correzioni fatte da Etty stessa. Chi avesse fatto lo sforzo di confrontare il testo in commercio con l’edizione integrale, avrebbe notato che questa nuova trascrizione non è stata un lavoro superfluo.
Durante il nostro lavoro furono ritrovate numerose altre lettere. Soprattutto le ventidue lettere della Hillesum a Osias Kormann sono importanti, perché colmavano il lasso di tempo tra l’undicesimo

EDITIES

POWERPOINT PRESENTATIE

Voor een powerpoint presentatie van de verschillende edities, klik hier.

Nederland

‘Twee brieven uit Westerbork’

Introductie: David Koning

Plaats: Den Haag

Uitgeverij: Bert Bakker/ Daamen N.V.

Jaartal: 1962

 

‘Het Verstoorde Leven – Dagboek van Etty Hillesum 1941-1943’

Introductie: J. G. Gaarlandt

Plaats: Haarlem

Uitgeverij: De Haan:Unieboek b.v., Bussum

Jaartal: 1981

 

‘In Duizend Zoete Armen – Nieuwe dagboek aantekeningen van Etty Hillesum’

Introductie: J. G. Gaarlandt

Plaats: Weesp

Uitgeverij: De Haan

Jaartal: 1984

 

‘Het Verstoorde Leven – Dagboek van Etty Hillesum 1941-1943’

Introductie: J. G. Gaarlandt

Plaats: Amsterdam

Uitgeverij: Balans

Jaartal: 1997

 

 

‘Etty: De Nagelaten Geschriften van Etty Hillesum 1941-1943’

Tekst verzorging: Gideon Lodders en Rob Tempelaars

Redactie: Klaas A. D. Smelik

Plaats: Amsterdam

Uitgeverij: Balans

Jaartal: 2002

 

‘Het Verstoorde Leven – Dagboek van Etty Hillesum 1941-1943’

Introductie: J. G. Gaarlandt

Plaats: Amsterdam

Uitgeverij: Balans

Jaartal: 2006

 

 

‘Het denkende hart van de barak’ – Brieven van Etty Hillesum

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

‘Het denkende hart van de barak’ – De brieven van Etty Hillesum

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

Etty De Nagelaten geschriften van Etty Hillesum’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

 

VERTALINGEN

POWERPOINT PRESENTATIE

De Dagboeken van Etty Hillesum werden in zestien talen vertaald. Voor een powerpoint presentatie van de verschillende vertalingen, klik hier.

Argentinië

‘Una vida interrumpida’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 1985

 

Brazilië


‘Uma vida interrompida’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 1984

Canada

‘Etty: The Letters and Diaries of Etty Hillesum 1941-1943’

Vertaler: Arnold J. Pomerans

Redactie: Klaas A. D. Smelik

Plaats: USA

Uitgeverij: Novalis, Saint Paul University

Jaartal: 2002

 

Denemarken

‘Et kraenket liv’

Vertaler: Birthe Lundsgaard Sørensen

Plaats: Denemarken

Uitgeverij: Lindhardt og Ringhof

Jaartal: 1983

 

 

Duitsland

‘Das denkende Herz der Baracke’

Vertaler:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19…

 

 

‘Das denkende Herz der Baracke’

Vertaler:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

 

Engeland

‘Etty – A Diary 1941-43’

Vertaler: Arnold J. Pomerans

Plaats: London

Uitgeverij: Jonathan Cape Ltd.

Jaartal: 1983

 

 

‘Letters from Westerbork – Etty Hillesum’

Vertaler: Arnold J. Pomerans

Plaats: London

Uitgeverij: Jonathan Cape Ltd.

Jaartal: 1987

 

 

‘Letters from Westerbork – Etty Hillesum’

Vertaler: Arnold J. Pomerans

Plaats: Glasgow

Uitgeverij: Grafton Books – A Division of the Collins Publishing Group

Jaartal: 1988

 

 

‘Etty Hillesum …’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

Finland

Titel: ‘Päiväkirja, 1941-1943’

Vertaler: Suomentanut Anita Odé

Plaats: Helsinka

Uitgeverij: Kustannusosakeyhtiö Otava

Jaartal: 1984

 

 

Frankrijk

‘Une vie bouleversée’

Vertaler:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 1985

 

 

‘…’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

‘….’

Vertaler:

Editor:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 19..

 

Hongarije

‘A Megzavart élet’

Vertaler: Szeredás andrás

Plaats: Budapest

Uitgeverij: Gondolat

Jaartal:1994

 

 

Israël

Titel: ‘Dagboek 1941-1943’

Vertaler:

Plaats: Israel

Uitgeverij: De Haan/unieboek B.V.

Jaartal: 1981/1985

 

Italië

Titel: ‘Diario 1941-1943’

Vertaler:

Plaats:

Uitgeverij:

Jaartal: 1985

 

 

‘Lettere 1942-1943’

Vertaler: Chiara Passanti

Plaats: Milano

Uitgeverij: Adelphi Edizioni

Jaartal: 1990

 

 

Japan
Titel: ‘Het denkende hart van de barak’

Vertaler: Japanse vertaling – Uitgeverij Balans

Plaats: Tokyo

Uitgeverij: Uitgeverij Balans B.V. – Tuttle- Mori Agency Inc.

Jaartal: 1982

 

 

‘Het Verstoorde Leven’

Vertaler: Asahi Shimbun Sha

Plaats: Tokyo

Uitgeverij: Unieboek B.V. – Tuttle- Mori Agency Inc.

Jaartal: 1981

 
Noorwegen

Titel: ‘Det tenkende hjerte’

Voorwoord: Johanna Schwarz

Vertaler: Tove Alkan

Plaats: Oslo

Uitgeverij: Gyldendal Norsk Forlag

Jaartal: 1983

 

Polen

‘Przerwane życie’

Editor: Wieslawa Otto-Weiss

Vertaler: Andrzej Sochacki

Plaats: Kraków

Uitgeverij: Wydawnicto WAM

Jaartal: 2000

 

Tsjechië

Titel: ‘Přervaný živót’

Vertaler: Jindra Hubková

Plaats: Amsterdam

Uitgeverij: Balans

Jaartal: 2005

 

‘Myslici srdce’

Vertaler:

Plaats: Amsterdam

Uitgeverij: Balans

Jaartal: 2007

 

Verenigde Staten van Amerika

‘An interrupted life: the Diaries of Etty Hillesum 1914-43’

Vertaler: Arnold J. Pomerans (Jonathan Cape Ltd.)

Plaats: USA

Uitgeverij: Washington Square Press – Pocket Books New York

Jaartal: 1985

 

 

‘An interrupted life: the Diaries of Etty Hillesum 1914 – 1943’

Vertaler: Arnold J. Pomerans (Jonathan Cape Ltd.)

Plaats: USA

Uitgeverij: Pantheon Books, a division of Random House, Inc., New York
Jaartal: 1983

 

 

‘Etty Hillesum: An interrupted life: the Diaries, 1914-1943 and Letters from Westerbork’

Vertaler: Arnold J. Pomerans (Jonathan Cape Ltd.)

Plaats: USA

Uitgeverij: Henry Holt and Company New York

Jaartal: 1996

 


‘Etty: The Letters and Diaries of Etty Hillesum 1941-1943’

Vertaler: Arnold J. Pomerans

Redactie: Klaas A. D. Smelik

Plaats: USA

Uitgeverij: Wm. B. Eerdmans Publishing Company

Jaartal: 2002

Zweden

‘Det förstörda livet’

Vertaler: Brita Dahlman

Plaats: Stockholm

Uitgeverij: P. A. Norstedt and Söners förlag

Jaartal: 1983